2014-11-16/17 Hell's Belles vol.4 - il resoconto

Il viaggio per la trasferta ginevrina del bike polo Vercelli è stato meno problematico del previsto. Lo sciopero dei ferrovieri e le frane a Domodossola dovute al mal tempo non hanno causato troppi ritardi e soppressioni di treni. Martina ed io abbiamo raggiunto la città Svizzera con circa 20 minuti di ritardo. Arrivati in stazione e montata la bici al volo ci siamo spostati subito al court, Martina pedalando ed io in bus con zaini e borsoni al seguito.

Come ovvio al court si stanno già preparano tutti per i classici trow-in del venerdì. Io che sono bici-smunito affronto gli spillatori di birra mentre Martina si fa qualche partita in attesa che Johan, che sarà il nostro ospite per questi tre giorni, finisca la sua settimana lavorativa! Lo sentiamo e ci attende a casa. Lo raggiungiamo e giusto il tempo di presentazioni e sistemazioni bagagli ci dirigiamo assieme al party serale nella casa/C.S.A. di Pix. Location molto suggestiva e bel clima di festa con le due ragazze Dj in perfetta sintonia con il torneo "only female"! Risate, quattro chiacchiere e saluti ai nuovi e vecchi amici del Polo Europeo. Stiamo attendendo Ilaria che sarà la terza ospite di Johan ma ci comunica che il suo treno è in ritardo di oltre 1h e mezza con arrivo previsto dopo l'una. La nostra sveglia delle sei ci fa accusare il colpo e decidiamo di andare a casa a dormire visto che Martina giocherà nel girone del mattino... 8:30 puntuali.... Siamo in Svizzera!!!
Alla sveglia il cielo preannuncia una giornata parecchio uggiosa ma il court è ben riparato sotto il ponte dell'autostrada. L'organizzazione Svizzera si fa subito notare per efficenza. Tutto è sotto controllo e pianificato nei minimi termini. Ci sarà anche uno streaming in diretta su youtube di tutto il torneo.
8:31 fiscio d'inizio!

La prima partita per le Happy Wheels è contro le Nice. Alice e Martina qualche trow-in assieme in passato lo hanno giocato ma con Debora non si erano mai incontrate su nessun court e la cosa si nota subito dopo i primi minuti. Le ragazze si prendono le misure e fanno troppe azioni solitarie non avendo "schemi consolidati" ma già si capisce di che pasta sono fatte. Tutte con grinta da vendere e Alice con una marcia in più sui pedali! Nice 4 HappyWheels 1. Nella seconda partita se la giocano alla grande. Sembra che sia bastata una partita per cominciare a capirsi. Tengono testa alle SkEllettes portandosi a casa un buon 4 a 4. Contro le Foxy Ladies entrano in campo già più cariche e le avversarie "sulla carta" sembrerebbero facilmente affrontabili. Fredde e concentrate le Happy Wheels riescono a fare un buon gioco gestendo bene la partita chiudendola 5 a zero. L'umore alle stelle è sempre un buon stimolante a continuare a far bene ma si sa che tutte le strade prima o poi incontrano una salita e la loro ha il nome di Katzenauge del trio Conny-Lisa-Jule che fredde e precise si riprendono il regalino che le "ruote felici" si erano appena fatte con le Foxy Ladies. 5 a 0 per le avversarie! Le Death Proof sono al loro pari e nonostante la sconfitta appena subita le Italiane entrano in campo a carte scoperte con la voglia di vittoria che purtoppo non arriva fermando il segnapunti sul 2 a 2 allo scadere dei dieci minuti. E' la loro ultima partita della giornata e se la giocano con le Heidy il livello è abbastanza equlibrato ma le avversarie girano meglio e concludono bene con buoni schemi e le nostre italiane sono costrette alla rincorsa che non va oltre al 4 a 2 a favore delle Heidy. Nonostante l'impegno, con una sola vittoria due pareggi e tre sconfitte, la classifica dice che sono settime nel girone da otto. Ma a giudicare dalle loro espressioni si sono sicuramente divertirte e sono soddisfatte delle partite giocate senza mai mollare un secondo.
Tempo di un piatto caldo che aiuta in questa giornata dal clima freddo/umido e siamo pronti a sostenere le altre due Italane (Cristina ed Ilaria) impegnate con le loro rispettive squadre nel girone del pomeriggio. Cristina gioca nelle Almost Famous mentre la squadra di Ilaria è "allez Les Filles" che purtoppo deve ricorrere ad una sostituta a causa dell'assenza di Eleonora bloccata in ospedale per un brutto incidente in moto. Quindi l'assetto della squadra è abbastanza compromesso in quanto Ilaria e Eleonora si conoscono bene allenandosi assieme.
Cristina sembra divertirsi con la sua squadra e giocano discretamente bene piazzandosi quinte dopo le sei partite del girone mentre cerchiamo di tener su di morale Ilaria che è un po' demoralizza perchè con le sue compagne non riesce a trovare un giusto equilibrio e lei è forse un po' troppo sacrificata in porta. Si classificano Settime.
Il format prevede la divisione della classifica in due nuovi gironi, le Top 8 e le Bottom 8 che si sfideranno in tre partite la domenica mattina per ricreare la classifica generale decisiva per la successiva eliminazione diretta!
Tutte le giocatrici Italiane si ritrovano nel girone Bottom. Le Happy Wheels sembrano aver ingranato la marcia giusta e con delle buone azioni (finalmente si vede qualche scambio ben ragionato e veloce) e si portano a casa due risultati utili ed una sconfitta mentre le Almost Famous di Cristina ne vince una su tre e le Allez Les Filles le perdono tutte e tre. Essendo nella seconda metà della classifica le ragazze Italiane se la dovranno vedere con team superiori al loro livello, infatti nessuna delle tre squadre va oltre la prima partita ma a grande sorpresa la partita delle "Happy Wheels" contro le Nice (già incontrate nel primo girone) è stupefacente per tutti, soprattutto per le Nice che forse non si aspettavano una reazione così delle Italiane. Ottima difesa con Debora che para ogni tiro nello specchio della porta. Salvataggi volanti di Alice e Martina e bei contropiedi con molti blocchi da parte delle nostre connazionali! La partita sembra aperta fino all'ultimo quando a 10 secondi dal fischio finale sul risultato di 2 a 1 per le Nice, Martina riesce ad infilare una pallina non troppo potente ma precisa davanti alla ruota del portiere ed è golden goal meritatissimo. Una partita lottata con denti ed unghie dalle Happy Wheels che hanno saputo mettere in difficoltà le avversarie. Purtoppo il golden goal è stato il più veloce della storia e anche il sogno si infrange con quel goal in pochi secondi. Ma i complimenti alle ragazze sono d'obbligo perchè hanno dimostrato di saperci fare e di non perdere la testa fino all'ultimo! Brave!!! Ma il torneo prosegue con cadenza Svizzera e si vedono partite di alto livello. Squadre che darebbero del filo da torcere a parecchi team maschili ottime giocate e trick impeccabili specie della quattordicenne Alice del team "cooming soon" che non appena avrà anche raggiunto il giusto livello di esperienza sarà una top player indiscussa! La finale terzo e quarto posto vede affrontarsi le Nice e le Lil' Hit. Partita che entrerà nella storia per il golden goal più lungo di sempre aggiudicato infine alle Lil' Hit! Nella finalissima tra Fluffy Riot e Sisters il pubblico sembrava esausto dal match precedente e nonostante la schiera di "ultras" che incitavano tutti (giocatrici e pubblico) c'era meno tifo di altre partite. Al triplice fischio finale il punteggio era fermo sul 3 a 1 a favore delle Sisters che si portano a casa il trofeo Hell's Belles n°4!!!
Birra saluti abbracci e complimenti d'obbligo per un organizzazione di altissimo livello! Brave tutte e bravi chi le ha aiutate nella realizzazione di questo splendido evento!
La sera "boicottiamo" il party e da buoni Vercellesi facciamo la prima lezione di risotto (carnaroli Bianzinese) ai funghi al nostro Ospite Johan che ringraziamo infinitamente per la sua ospitalità e gentilezza.

LINK a challonge per l'eliminazione diretta

The final results:
1. SISTERS: Anna-Johana-Danielle ( Frankfurt-Frankfurt-Seattle)
2. FLUFFY RIOT: Liga-Elena-Charlotte ( Riga-Bienne-Lyon)
3. LIL'HIT: Joséphine-Kat-Elodie (Geneva-Munich-Strasbourg)
4. NICE: Eliska-Tab-Gitti (Pardubice-Bristol-Berlin)
5. KATZENAUGE: Conny-Lisa-Jule (Vienna-Nuremberg-Geneva)
6. BLOODY BLONDY: Zsofi-Nath-Petra (Bristol-Geneva-Frankfurt)
7. CHICKS WITH STICKS: Filipa-Claire-Caroline (Barcelona-Melbourne-Augsburg)
8. DEATH PROOF: Sylwia-Lizzy-Viki (Manchester-Glasgow-Birmingham)
9. COMING SOON: Cécile-Clara-Alice (Perpignan-Halle-Salies de Salat)
10.HEIDI: Angie-Cata-Margot (Berlin-Barcelona-Paris)
11.SKELLETTES: Annelien-Cécile -Bull (Aalst -Bruxelles- Bruxelles)
12.HAPPYWHEELS: Martina-Alice-Debora (Vercelli-Torino-Vicenza)
13.ALMOST FAMOUS: Cristina-Solène-Marine (Torino-Annecy-Annecy)
14.DO THE RIDE THING: Marije- Anouk-Jolanda (Aalst-Bruxelles-Aalst)
15.ALLEZ LES FILLES: Ilaria-Bobi-Sonia (Milano-Aalst-Salies de Salat)
16.FOXY LADIES: Ivana-Marta-Anne ( Geneva- Barcelona- Strasbourg)

Special prizes:
Youngest player: Alice (Coming Soon)
Most senior player: Anna (Sisters)
Most girly bike: Jolanda (...)
Player coming from furthest away: Claire (Melbourne)
Most impressive fall: Sylwia (DEATH PROOF)
Fairest player (voted by refs): Danielle (Sisters)
MVP (voted by refs): Gitti (NICE)

Hell s belles vol4-il trofeo

05 08 Settembre 2014 - Open Barcellona - il resoconto

Tutto è cominciato a luglio con un messaggio di Marco K Calì che mi chiedeva se mi sarebbe piaciuto andare a fare un torneo con lui. Quando mi ha parlato degli Open di Barcellona mi son detto: "Quale miglior occasione per andare per la terza volta a Barcellona e non essere riuscito a vederla nemmano una?" (verità). Battute a parte la proposta mi ha stuzzicato al punto di arrivare a casa e cercare i voli per quelle date che "caso ha voluto" sia il venerdì che il lunedì fossi a casa in solidarietà.
Il volo era ancora economico e quindi.... click... comprato! Avviso K e siamo nel torneo (con qualche dubbio iniziale sull'avvenuta iscrizione).
Passano le ferie passa Agosto ed eccoci in partenza per Barcellona. La provvisoria scomparsa della bici di Mike partito il giorno prima mi fa preoccupare abbastanza (solidarietà fagginesca). Alla fine la bici è arrivata regolarmente. Io e Martina arriviamo al campo venerdì sera. Marco è in centro e ci raggiungerà mentre noi conosciamo Thèo (il nostro terzo) che è già al campo che fa trow-in. Quando arriva Marco vorremmo fare delle partite insieme ma comincia a piovere e vanno via quasi tutti... smette dopo poco e si ricomincia! Restiamo a farci 4 partitelle (si sfoga anche Martina con la mia bicicletta).


Siamo nel girone del sabato pomeriggio quindi andiamo al campo con calma. La giornata è caldissima e afosa speriamo che giocando il pomeriggio l'aria si rinfreschi un pò!
Con Thèo non abbiamo mai giocato ed il vincolo della mia ignoranza (non so l'inglese) non saranno punti a favore ma si comincia!
La prima ce la giochiamo contro i Con esos ojitos. Loro si conoscono e giocano subito veloce. Andiamo in svantaggio ma recuperiamo presto. Marco, Thèo ed io ci stiamo prendendo le misure. Facciamo buoni scambi e pareggiamo 3 a 3 con un goal preso per non essermi accorto del mancino che mi ha fergato palla a porta vuota mentre rientravo nella nostra metà campo. Mancano dieci secondi perdiamo palla in attacco ed è contropiede. Marco torna veloce e raddioppia la mia copertura in porta ma nulla è servito contro la bella rasoiata del rastone che infila nell'unico buchino lasciato scoperto. 4 a 3 Prima partita persa ma si è visto che possiamo fare bene.
La seconda partita ci vede in campo contro Fisch Tisch. Il K-team sembra girare bene. Cominciamo con dei bei passaggi e conclusioni. Vinciamo 3 a 0 con due goal che ci sono stati annullati, uno perchè l'arbitro non ha visto che dietro la ruota del portiere la pallina aveva superato la linea di 5 cm buoni uno per un tiro dichiarato shuffle che non lo era.
La terza squadra che incontriamo sono quegli spilungoni dei Los banditos. Partono subito ai mille all'ora e fanno girare palla quasi senza guardarsi. Ci imbambolano con il loro gioco e non riusciamo a prendere palla per i primi minuti. il loro 3 a 0 arriva che noi siamo quasi ubriachi dal loro gioco. Finalmente ci svegliamo dal torpore e riesco a fare anche un bel goal ma è comunque troppo tardi. Risultato finale 3 a 1.
I Riot on wheels sono un team composto da un ragazzo e due ragazze che giocano davvero bene e che non hanno timore di nulla. Si gioca. Le ragazze macinano sui pedali e non disdegnano di assecondare qualche buona spallata! Bravissime. Siamo in vantaggio due a zero loro sono due in "piede" e Marco ha la palla fermo davanti al portiere io passo e aggancio la mazza del portire (la ragazza) e Marco segna. Fischi meritati per me che vado a chiedere giustamente scusa! Finisce 5 a 0 per noi.
Siamo all'ultima partita. Per le fasi finali ne passano solo 8 del nostro girone. Tutto dipende da questa partita. La malasorte ha voluto che ci giocassimo il "O dentro o fuori" con i Los Padrinos di Luca, Bozo e Felipe. A noi bastava il pareggio (per differenza reti) per essere tra le prime otto ai padrinos serviva la vittoria. Penso che sia stata la partita peggiore della mia vita con Bozo fastidioso al limite della vergogna che mi ha messo in bocca insulti che mai ho detto e mai mi permetterei di dire! Quindi eviretei qualsiasi commento e la vittoria è andata a loro per 3 a 2. Arriviamo decimi del nostro girone e siamo fuori dalle Top 16.
L'organizzazione decide che domenica si giocheranno altre 3 partite swiss round divisi in due gironi Top 16 e Bottom 16. Le nostre tre partite della domenica sono tutte belle partite, giocate bene da entrambi i lati con ottime azioni. Le vinciamo tutte e tre con i risultati di 3 a 1 contro i nie ma opcji, 2 a 1 con Old Capital e 5 a 0 contro la Rumba Catalana! Con queste tre vittorie arriviamo primi del girone dei Bottom 16 quindi diciassettesimi nel torneo.
Nel girone dei Top sedici presto la ruota anteriore a Gatien dei francesi The Nichonists. Poi a Mike gli si rompe il v-brake ed avendo solo l'anteriore gli presto il mio tanto dovrei aver finito di giocare ma a bici "cannibalizzata" mi hanno detto che forse avrebbero ripescato le prime due del girone bottom 16. Panico... per qualche minuto fino a che non hanno cambiato idea visto il ritardo già accumulato.
L'aria di tutto il torneo (a parte qualche breve episodio.. accennato prima) era rilassata e pacata. Anche le partite erano meno tese del solito e gioiose. Una vera festa del polo. Unica nota dolente il caldo afoso devastante! La finale si è giocata che ormai erano le 21! Partita giocata ottimamente sia dai Lambada che dai We are animal ma alla fine hanno avuto la meglio gli animali di Morgain, Jo e Alejandro.

Devo ringraziare immensamente i miei compagni di squadra Marco K Calì e Théo Janneau per avermi permesso di fare questa mia prima bellissima esperienza di torneo all'estero!!!

Link a Podium

BCNOPEN-poster-horta-logos-3

Bike Repblic 2014 - Torino - il resoconto

A Torino riescono a convertire la classica festa della Repubblica delle parate militari in una festa con parate ciclistiche! La macchina organizzativa di Torino si è mossa mesi fa a gran ritmo per arrivare a questa tre giorni dedicata al mondo della bicicletta! Le discipline interessate erano Ciclocross, l'alleycat, un contest di BMX e come ovvio un torneo internazionale di bike polo!
Il bike polo Vercelli presente a quasi tutti i tornei nazionali non poteva mancare a quello più vicino da casa! Il team piccante sempre più "sciolto" per dare spazio a Martina con il team femminile "spritz" (1/3 aperol "lamartinz") (1/3 prosecco "jule") (1/3 seltz "Ilaria"), io orfano dei Chili Monkeys causa impegni personali dei miei soci sono stato nel limbo dell'iscrizione fino all'ultimo giorno quando K (al Secolo Marco de Roma) mi ha preso sotto la sua ala protettrice ed accolto assieme a Vince di Annecy nel suo K-team (da leggersi ccheitim haha). Al buon P.E. Baracus mancava il suo Murdock. I balls deep invece giocano con il collaudato Pier di corsico rinominandosi per l'occasione Deep Team!
K-team e spritz presenti al girone del mattino. Sulla carta il K-team non dovrebbe dare troppe preoccupazioni alle teste di serie del girone. Non abbiamo mai giocato assieme e addirittura Vince non lo avevamo ancora conosciuto neanche come avversario. Ero anche molto preoccupato per la mia ignoranza linguistica che mi limita nel rapportarmi con Vince ma sono venuto a Torino per cercare soddisfazioni che da tempo cerco con difficoltà e son deciso a far bene.
La primissima partita ci vede contro i Temoilesnichons prima squadra di Annecy. La nota positiva è che Vince li conosce bene e sa come contrastarli e ci da le dritte giuste. Ancora non ingraniamo come gruppo ma teniamo bene e siamo sempre in vantaggio. Sul 3 a 1 io sono incredulo ma ci credo. Purtoppo cominciamo a perdere un briciolo di lucidità lasciando parecchi spazi e si arriva sul 4 a 4 dove l'esperienza dei polisti che giocano da parecchi anni assieme fa la differenza e a pochi secondi dallo scadere ci infilano il quinto goal! Nulla da recriminare per noi, abbiamo segnato tutti e fatto delle buone azioni! Capiamo che si può effettivamente costruire qualcosa di buono. Intanto le "spritz" se la giocano alla grande con i Threesome e finisce 3 a 2 per la squadra torinese (ma di origine biellese) Le ragazze gasate da tutto il pubblico escono comunque entusiate! Hanno un ottima difesa sia con Martina che con le innumerevoli raclette di Jule devono solo spingere di più per sfruttare i contropiedi.
Poco dopo abbiamo l'occasione di "vendicare" le spritz, ce la giochiamo con i Threesome. In questa partita siamo forse più confusionari e lasciamo troppi spazi e non andiamo oltre i tre goal ma ne subiamo uno solo! Grande prestazione in porta di Alice che difende bene e ci fa sudare! E tra Walli e Fil mi aspettavo la fisicità del primo non di certo del secondo! Bravi!
La vittoria ci aiuta emotivamente e mentre le spritz continuano a far cantare il pubblico noi ci rilassiamo in attesa di una partita tosta contro i Conrad di Lione. Giochiamo un po' sotto tono rispetto alle partite precedenti e loro non perdonano segnano 4 volte senza farci esultare nemmeno una! Dobbiamo stare concentrati e giocarci bene i resto delle partite. I Torinesi Polo d'Hokuto con Giò in sostituzione della fighetta febbricitante Sciambola non sono da prendere sotto gamba ma ce la giochiamo alla grande chiudendo la partita 5 a 1 per noi! Franco prova anche ad abbattermi in una mia ripartenza a bomba e faccio uno dei miei soliti voli con doppio carpiato immancabile ad ogni torneo... questa volta anche documentato da foto con bici in volo! Abbiamo ancora un altro bell'ostacolo per un buon piazzamento e sono i conosciuti Bisons. Giochiamo molto bene e li facciamo soffrire, la partita è molto equilibrata e finisce con un realistico 1 a 1. A questo punto la strada sembrerebbe in discesa. Non per sminuire le due squadre che dobbiamo ancora affrontare ma sono partite più facile delle precedenti. Ce la vediamo prima con i Carpigiani Velodogma. La chiudiamo 4 a 1. L'ultima è proprio contro le ragazze spritzose! Nemmeno dirlo che il tifo è tutto per loro e questo gli fa onore per le buone partite giocate senza mai mollare nonostate i risultati finali... delle vere guerriere!!! La chiudiamo 5 a 0 dovendo però sfruttare quasi tutti i 12 minuti a disposizione per la loro difesa. Martina è un po' delusa per non essere riuscita a farci almeno un goal della bandiera!
Inaspettatamente finiamo il girone al terzo posto dietro Temoilesnichons e Conrad e quinti nella classifica generale. Le spritz le perdono tutte e sono ultime del girone ma orgogliose di come hanno giocato con complimenti da parte di tutti e sei goal fatti (4 di Martina) Complimenti ragazze vogliamo che i team femminili aumentino anche in Italia!
Il secondo girone finisce tardi e si ha comunque ancora il tempo per birrette e hot-dog. Musica e festeggiamenti si protraggono fino alle 4 del mattino ma all'una e mezza io e martina crolliamo dal sonno e ci ritiriamo in camper!
La domenica mattina è sempre traumatica. Il cappuccino non aiuta la sveglia... anche gli ingranaggi del bike republic sembrano scricchiolare e il tutto parte con un ritmo gommoso e rilassato!
Il tabellone dice che la prima partita del K-team sarà per me il derby contro i Deep. So di essere emotivo e di accusare certe partite quindi avviso i miei soci e mi rintano più in porta per evitare strafalcioni in attacco. La patiamo un po' ma riusciamo a portare a casa il risultato. 3 a 1 e siamo ancora nel winner.
Gli Yoshe capitanati da Jo Ponpon sono tosti ma noi siamo gasati dalle belle prestazioni avute fin qui. Teniamo duro e manteniamo il vantaggio ma un mio primo errore che mi porta a lasciare la porta tentando un contropiede sulla sinistra non intuito da i miei compagni che non vedendomi non mi coprono e prendiamo il contropiede del contropiede ed è il goal del loro pareggio. Con piena ragione Vince mi riprende dicendomi che non dobbiamo scoprirci in una partita come questa! Il secono errore fatale è stato di K che in possesso di palla passa davanti alla nostra porta non tenendo conto della pressione agonistica degli Yoshe che infatti non perdono l'occasione di fregare palla ed infilarci il goal della vittoria spedendoci nel loser.
Proprio nel loser ci sono già i Vercellesi Deep che si giocano il tutto per tutto con i Romani Psycho. Sotto di due goal reagiscono bene facendo cinque goal in 5 minuti! Ma non riescono a superare l'ostacolo successivo capitanato dalla brava Josephine.
Una volta nel loser ti devi giocare tutto, o stai dento o torni a casa! I bisons li abbiamo già affrontati nel girone ed avevamo pareggiato quindi tutto è possibile. E' una grande partita fisica e veloce al punto giusto. Siamo sotto di un goal ma reagiamo bene. Riusciamo a mantenere la calma ed arriviamo al pareggio. Abbiamo una difesa ottima e chiudiamo lo specchio della porta a ogni loro tiro. Ci crediamo e segnamo il goal del vantaggio! Manca poco e cerchiamo di mantenere possesso palla senza scoprirci. Arriva il triplice fischio.... siamo dentro! Non ci posso credere sono felicissimo anche se un po' mi spiace per i Bisons i quali mi piacciono molto come squadra.
Ci diciamo che quello che potevamo fare lo abbiamo fatto e tutto quel che verrà dopo è tutto un di più anche perchè lo step successivo ce lo giocheremo con i Bigotes! Giocare senza stress da prestazione aiuta parecchio. Sarà forse proprio perchè siamo entrati tutti e tre abbastanza rilassati che abbiamo tenuto molto bene gli assalti dei francesi. Dopo tante partite abbiamo anche ormai capito i nostri ruoli all'interno del k-team. Io ho gestito la porta e non so quale santo mi abbia protetto ma ho fatto delle parate assurde anche in raclette che solitamente in allenamento sbaglio. Ho ricevuto anche i complimenti dagli avversati per un paio di parate fatte. Fatto sta che capiamo che uno spiraglio di possibilità c'è e spingiamo forte. Siamo sotto 4 a tre, paro una fucilata alla bigo-bigo-teeeees e con palla vagante decido di uscire e recuperarla, arrivato a centro campo vedo che il portiere è mal piazzato e decido per il tiro dalla distanza! Centro la porta e grido come un matto. Siamo al pareggio e mancano poco più di 40 secondi. Nulla può il nostro tifo contro i molti francesi che giustamente tifano Bigotes! Vince sta in porta con me a difendere mentre K gira ed infastidisce gli avversari per evitare il loro tiro! Vince ferma un tiro e la palla vaga davanti alla porta con due Bigotes pronti come squali. K è girato e non può ripartire allora mi lancia per la ripartenza. Ci capiamo al volo esco e sento il countdown dei dieci secondi! Stranamente resto freddo e decido per il tiro "tuttopertutto" è una bella rasoitata rasoterra che si infila sotto il carro del portiere. E' 5 a 4 per noi e siamo ancora dentro battendo squadre che sulla carta sono di livello superiore al nostro!!!
Con i Lionesi Conrad di Morgain sarà durissima ma ci mettiamo tutto l'impegno che possiamo. Siamo in vantaggio di un goal per un tiro improbabile di K che si infila tra la ruota anteriore del portiere ed il palo. Teniamo il vantaggio per circa sette minuti poi l'esperienza e resistenza dei conrad fa la differenza e inserendo la seconda marcia ce ne fanno 5 in pochissimo tempo chiudendo la partita dando fine al nostro torneo. Confermiamo il quinto posto (parimerito con i Bleuséphine) della giornata di Sabato. Oltre ogni aspettativa l'improbabile ed improvvisato K-Team ha fatto vedere un buon gioco nonostante non ci conoscessimo e non avessimo mai giocato assieme. Non posso che ringraziare i miei compagni Marco e Vince per l'ottima esperienza che mi hanno fatto fare e per tutto quelo che ho imparato in questo torneo! Spero che ci siano altre occasioni in futuro per sfoggiare la maglietta del K-team.
Le ragazze alcoliche dello spritz team nonostante l'ultima posizione in classifica si sono difese egregiamente e sono pienamente soddisfatte e felici della loro splendida esperienza con la ripromessa anche loro di continuare con i team femminili! E si portano a casa il premio "team femminile"... cappellino ed un paio di leggins (si scrive così?) con dei pattern a dir poco improponibili!!!
I Conrad in semifinale loser battono anche Milano, ultima squadra Italiana ancora in gioco e sicuramente meritevole di finale ma per loro è un terzo posto di tutto rispetto. Purtoppo anche questa volta la finale è tutta francese. Conrad contro i Temoilesnichons. Ottima partita dove la spuntano i ragazzi di Annecy in una finale sudata fino all'ultimo secondo e decisa al golden goal!!!
Bravi tutti e brava Torino alla prima volta in un organizzazione di un evento di questa portata! Purtoppo non posso scrivere dell'alley ne tanto meno del ciclocross e del contest di BMX perchè ammetto di non aver avuto testa di seguirli!
Ci si vede tutti tra tredici giorni al mosquitos 2.0 di Vercelli.

LA CLASSIFICA FINALE

LA CLASSIFICA FINALE:

1th place:
Temoilesnichons

2th place:
I Conrad

3th place:
MilanoBikePolo

4th place:
YOSHE

5th place tie:
K TEAM
Bleuséphine

7th place tie:
Leopard Lodge
Los Bigotes hasta las rodillas

9th place tie:
Bisons
Velodogma Polo
Polo D'hokuto
Deep Team

13th place tie: Psycho Farmers
Threesome
Spritz

LINK alla doppia eliminazione su Challonge

Qualche bella foto la di Lorenzo De Paolo la potete trovare a QUESTO LINK

Bike republic 2014 foto gruppo

http://youtu.be/qtJM6H_iyow

MDO10 - Vicenza - Il resoconto

Di ritorno da Vicenza siamo qui ad asciugarci le ossa dalla pioggia presa e leccarci le ferite dalle batoste subite. Non posso fare un resoconto dell'unica formazione Vercellese (con straniero) in quanto abbiamo giocato su campi diversi e non ho assistito alle loro partite ma posso affermare con piena sincerità che mi sarei aspettato un gioco differente dalla mia squadra. In questo torneo il team piccante si è "sciolto" per permettere a lamartinz di formare una squadra tutta al femminile ed io ho partecipato con i Cugini Fruit Team orfani del super collaudato Pier. Se volessimo proprio trovare una scusante per la nostra bassa prestazione potrei dire che la partenza in netta salita incontrando nelle prime tre partite in ordine: Tigers, Pigreco e Bike polli, squadre contro le quali non si aveva velleità alcuna essendo di tutt'altro livello rispetto al nostro, ci ha subito sconfortati ed il morale sicuramente ne ha risentito. Ma facendo più i conti con la realtà è che non abbiamo fatto squadra ed abbiamo costruito poco nonostante ci conoscessimo da tempo anche se non abbiamo mai partecipato ad altri tornei assieme. Nelle ultime tre partite dove finalmente abbiamo cominciato a fare più gioco e movimento in campo, abbiamo incontrato squadre alla nostra portata ma abbiamo sprecato occasioni, lasciato troppi spazi e se devo dirla tutta abbiamo avuto anche una serie di sfortune. Se noi siamo stati graziati dalla pioggia che ogni sito meteo prevedeva per la giornata le ragazze che invece hanno giocato nel pomeriggio si sono prese un acquazzone di tutto rispetto e nonostanete questo sono riuscite a fare più squadra di noi (è dura ammetterlo ma è giusto dirlo). Lamartinz qualche esperienza di torneo alle spalle lo ha ma non aveva mai giocato con un team tutto femminile, le sue compagne di squadra Gilda e Eleonora erano alle prese con la tensione da primo torneo. Dopo la prima partita erano un po' deluse (ricordo che stiamo parlando dei senatori che per quanto abbiano fatto i signori non potevano non chiuderla 5 a 0) ma abbiamo cercato di motivarle e dargli qualche consiglio. Il diluvio che persisteva non le ha reso di certo il compito facile ma già dalla seconda partita sono entrate in campo con una maggior determinazione dimostrando di avere grinta e voglia di far bene. La partita contro i Bloody pigeons l'hanno gestita con testa e una buona organizzazione in campo e se il risultato fosse stato 1 a 1 al posto del 2 a 0 effettivo nessuno avrebbe potuto recriminare nulla. Dopo ogni partita incameravano i consigli e ne facevano buon uso in quella successiva! Difendevano bene e provavano qualche contropiede aiutandosi con qualche buon blocco. La pioggia era incessante ma come il resto dei team non hanno mai mollato. Macava solo un gollettino per loro per il loro morale e per il pubblico che le ha tifate e sostenute! E all'ultima partita finalmente non uno ma ne sono arrivati ben due! Brave ragazze il polo italico è fiero di voi e speranzoso di vedere nei tornei futuri sempre più team del gentil sesso.
Delle 36 squadre iscritte ne passavano 32 alla doppia eliminazione della domenica e noi Sunrise Defection siamo passati per il rotto della cuffia come trentaduesimi.

Si sa che se vuoi avere la vita leggermente più facile nelle eliminazioni devi giocare bene il girone altrimenti, come è stato per noi, la Domenica te la vedi subito con le squadre della parte alta della classifica. Contro i Bam ce l'abbiamo messa tutta ed abbiamo creato qualcosa in più che nelle partite dei gironi ma è inutile dire che i BAM son sempre i BAM e le speranze di vittoria rasentano lo zero. Stessa cosa vale per i Crabs che ci hanno eliminato con un sonoro 5 a 0.

Per fortuna che quei terroristi dei siti di meteo non hanno "indovinato" le loro previsioni e la giornata scorre quasi tranquilla rispetto ai temporali che ci si aspettava! Il vento la pioggia ed il freddo non sono comunque mancati.

Le partite scorrono veloci sui due nuovi campi dei pomari.
A sorpresa i BAM vengono spediti nel loser da "i santi e il papa(rella)" che stanno facendo un buon torneo con delle ottime partite a parte qualche "ingaggio" di troppo di K, ma il nuovo regolamento è fresco di utilizzo e per gli arbitri è molto dura anche se qualche svista di troppo c'è stata. Forse la troppa leggerezza ed il timore reverenziale del tipo "dai siamo tutti amici" ha creato qualche scintilla ed anche i senatori che solitamente sono puliti e corretti hanno avuto qualche "sporcatura" in più con Sapo che perde le staffe con Bozo (che ultimamente mi piace come gioca e come è cambiato il suo atteggiamento in campo ma ancora non riesce a non scaldarsi e avere qualche reazione che lo porta a passare dalla parte del torto anche quando potrebbe aver ragione.)
Non vorrei attizzare di nuovo la polemica ed il dibattitto ma una buona parte della colpa delle reazioni le imputo anche all'arbitraggio. E' vero che ci si dovrebbe autoregolamentare e che si è una grande famiglia ma il polo in questi anni si è evoluto molto ed ora gli arbitri dovrebbero fare la differenza. E' ora di creare questo team di persone con il "polso" che siano tutte allineate sull'applicazione delle regole e che fermino il gioco quando è necessario, mentre noi giocatori dovremmo cominciare a non vedere le ammonizioni (che siano di 30" o 2 minuti) come un onta ma come parte del gioco sia per falli involontari (la maggior parte) che per quelli più da furbetti!
Ma tornando alle partite, altra squadra che mi convince sempre sono i Rockets sempre veloci e precisi amcor più veloci con l'applicazione della regola "no ingaggi a chi non ha palla" ma forse non sfrutta a pieno la potenza dei loro tiri in porta. Sono proprio i Rockets che mandano i Polli nel loser i quali buttano via una partita negli ultimi minuti dove hanno perso la testa e la concentrazione chiudendosi troppo e lasciando spazi ad una squadra che non perdona!
I pirati navigano a vista in direzione finale facendo razzia di ogni mercantile che incontrano sulla loro rotta! Questa nuova formazione che attraversa l'Italia partendo da Torino per arrivare a Tocco passando da Berghem piace parecchio. Si completano uno con l'altro! Tutti veloci, puliti e con tiri degni di un vero cecchino. Il loser si sta intasando di alte sfere del polo Italico e la tensione si respira. I Tigers che si tengono stretta la MDO da ben due edizioni si vedono costretti a cedere il passo a dei senatori sempre più determinati e ordinati e la finale se la sudano e guadagnano, ma si sa che giocare una finale arrivando dal loser non è impresa facile ma loro entrano in pista con la giusta grinta. I pirati sono più riposati e concentrati e organizzano il gioco a loro favore. La partita inizia male con Salvo che per contrastare un contropiede della saetta Sapo fa un uscita un po' sporca dalla porta e (a parer mio) senza nessuna intenzionalità ed andando sulla palla si scontra con Sapo casandone una brutta caduta. Giusta la decisione di Cicci arbitro di mandarlo fuori 30" assegnando il Goal ai senatori che come ho già detto sono signori e decidono di "sprecare" i trenta secondi senza creare azione offensiva per aspettare il rientro di Salvo e giocarsela ad armi pari! Ma la stanchezza fisica dei Senatori e le stilettate di Salvo precise e fulminee non danno una seconda occasione ai Romani! Ed ecco che la MDO10 si imbarca sulla nave pirata senza una vera destinazione. La prossima dunque si giocherà a Pescara? Bergamo? Torino? Non è dato sapersi ma ovunque sarà.... sarà la solita festa della Famiglia del Bike polo Italiano!
Complimenti a tutti e Grazie Vicenza per l'accoglienza e ospitalità! E grazie per il "molinari spritz" (50/50 aperol e campari!)

2014-03-21 22 MDO10-Vicenza-gruppo

W i Pirati

Stick or Treat 2 - il resoconto

Il classico resoconto non posso esimermi dal farlo anche se questa volta non ne ho tanto entusiasmo.
Da vercelli siamo due squadre iscritte: "le zucche vuote" (iljap, lamartinz, Carlo) e i "Marshmallow" (Sara, Jimmy, Bark). Siamo in due gironi diversi e non so come ma anche il viaggio ce lo facciamo tutti separati. Lamartinz parte il venerdì per andare a trovare sua mamma a Milano, io prendo il treno delle 7:47 da Vc e sono puntualissimo alle 9:08 davanti alle porte chiuse del Leoncavallo, Carlo deve prendere il treno prima per recuparare la bici che aveva abbandonato da Pier a Corsico mentre Sara e Jimmi hanno preso il treno delle 11:47 visto che il loro girone sarebbe dovuto cominciare alle 14:30. Scrivo sarebbe dovuto proprio perchè il torneo al leoncavallo sugli orari non si smentisce mai nonostante i due gironi belli lunghi si riesce a cominciare con oltre un ora di ritardo sul previsto e il girone del pomeriggio di conseguenza è cominciato circa alle 16:00!
Consapevoli del nostro livello ci delude un pò la decisione degli organizzatori di far giocare solo 4 partite nello swiss round e di escludere 4 squadre su 12 a girone (1/3) per la doppia eliminazione di Domenica. Sappiamo che con tutta probabilità rientremo nelle 4 escluse ma vogliamo giocarcela fino in fondo. Finalmente il team piccante torna a giocare in formazione completamente Vercellese... chissà dopo due anni e mezzo di tornei cambiando formazione al massimo ogni volta se comincerà una serie di tornei con la stessa formazione in modo da affiatarci meglio!
Podium ci abbina come prima partita i romani Ar-core, ovvero i senatori orfani di Sapo sostituito dal bergamasco Corbe. E per noi il torneo parte in salita (spoiler... saranno i vincitori del SOT2... ma andiamo per gradi). Loro fanno il loro gioco e noi non possiamo far altro che cercare di difenderci dalle loro rappresaglie. Reggiamo i primi minuti ma non andiamo mai oltre la tre quarti mentre loro cominciano a ficcarci fiocinate. Mi faccio fregare solo una volta dal mancino Valerio che mi smazza in porta con ovvio goal del Marco avvoltoio. Come ho detto non riusciamo a superare la tre quarti quindi decidiamo di provarci dalla distanza. Ultimamente ci stiamo un po' allenando con i tiri e infatti centriamo bene la porta con qulche tiro teso ma non facciamo i conti con Valerio che in porta non ne fa passare mezza anche quando credi che oramai la palla sia dentro lui con disinvoltura ci mette la mazza! Forse siamo riusciti ad arrivare a 6minuti di gioco quando il 5 a zero ci rispedisce fuori dal court!
Sarebbe stato un ottimo riscaldamento non fosse che abbiamo giocato la prima del primo round e ci tocca l'ultima del secondo round per giocare contro gli Aloha.... ovvero ben 10 partite dopo!!! Anche l'abbinata con gli Aloha fatta dallo swiss di podium ci sembra strana visto che come risultato ci sarebbero dovuti toccare gli stai mallet anche loro perdenti 5 a zero alla prima. Ci proviamo anche con loro. Anche qui difendiamo bene e puntiamo la porta con qualche bel contropiede stiamo girando bene, con Carlo fraseggiamo bene e marti in porta fa qualche miracolo e ogni tanto sale a darci una mano (finalmente). Siamo sopra ai nostri standard e gli Aloha sembrano accorgersene sul 2 a 1 e cominciano a frullare di più e ad essere piu fisici ed in qualche occasione poco puliti, un paio di smazzate oltre il limite (Matteo non avevi detto che sarebbero state fischiate?) ed un paio di occasioni con contatto più che volontario BiciVSbici ma nulla di veramente grave.Con un goal a testa io e Carlo teniamo la scia degli Aloha quasi tutto il tempo stando sul 3 a 2 iniziamo a cedere sotto i loro colpi, il qurto goal arriva per nostra distrazione ed il quinto quasi sullo scadere invece è una fucilata sotto il sette passata sopra la ruota anteriore de lamartinz che purtoppo non sa ancora impennare come Corbe!
Finalmente podium si accorge che siamo di un altro livello e ci abbina ai leopard lodge decisamente più alla nostra portata. Questa volta giriamo proprio bene anche il pubblico se ne accorge e ci incita manteniamo il vantaggio del mio goal per un po' ma arriva il loro pareggio. Ad un certo punto lamartinz para un tiro di Stiba e si sbilancia fuori porta. Io son pronto a sostituirla tra i pali e le grido di partire allungandole la pallina, lei brava a sfruttare il corridoio per un contropiede e nonotante non sia velocissima Smoca non la recupera e il suo goal è tutto meritato come l'ovazione del pubblico! Siamo di nuovo in vantaggio e gestiamo il gioco ma un tiro sulla ruota de lamartinz, che era in porta, sfidando le leggi della fisica è finito in goal... 2 a 2 tutto da rifare! Stiamo giocando bene e ci crediamo recupero palla nella loro area ma loro sono tutti schierati in difesa ed io sono di spalle alla porta, alzo lo sguardo e vedo arrivare in mio aiuto Carlo, gli grido "tira tu" e gli allungo la palla, non se lo fa ripetere e tira una minella deciso a spedire in porta qualunque cosa e persona si fosse messa tra la palla e la rete ed è goal! Non manca molto e dobbiamo reggere e mantenere il 3 a 2 ma Carlo in questo momento sembra aver perso la lucidità e perde due palle importanti e a pochi secondi dalla fine Smoca con un bel diagonale trova il buco tra il palo e la ruota posteriore de lamartinz.
Finisce tre a tre meritato per entrambe le squadre!
Siamo carichi ci tocca finalmente giocare contro gli Stai mallet decisamente alla nostra portata ma già dal primo minuto si capisce che in campo siamo disordinati e confusionari, potremmo dare anche la colpa al fatto che abbiamo giocato la primissima partita del primo round ed ora stiamo giocando l'ultima del quarto round con un gap di più di quattro ore ma invece manca l'organizzazione che abbiamo avuto nella partita precedente. Siamo momentaneamente in vantaggio 2 a 1 con un goal mio ed uno di Carlo ma sbagliamo troppo e loro giustamente ne approfittano portandosi in vantaggio. Io continuo a sbagliare i tiri davanti alla porta, credo di essermene mangiati almente 5 "già fatti", lamartinz cade picchia il polso e ci mette troppo ad andare a tappare lasciando me e Carlo da soli per dei secondi infiniti e io mi inervosisco troppo (strano??!?!). Quando cominciamo a spingere capita un azione dietro la nostra porta che si sposta dietro la linea ed un tiro diagonale passa (a detta de lamatrtinz e di qualcuno fuori dal campo) dietro la linea quindi sarebbe NO goal ma siamo senza goal ref e l'arbitro assegna il goal del 2 a 2 lamartinz a questo punto sragiona e fa un altro grosso errore, da sola perde palla davanti alla porta, occasione ben sfruttata dai Pescaresi che si portano in vantaggio. Manca pochissimo e proviamo il tutto pe rtutto stando tutti e tre alti ma ci crediamo poco e prendiamo l'ennesimo contropiede ed è 4 a 3 sul fischio finale. Fino a questa partita nonostante le due sconfitte e il pareggio non potevamo recriminarci nulla avevamo giocato bene e con testa ma questa partita sarebbe da cancellare dal torneo. Complimenti agli "stai mallet" per aver saputo sfruttare la nostra assente lucidità!
Anche avessimo vinto l'ultima partita non saremmo riusciti a qualificarci ma saremmo stati al nono posto della classifica cosa che ci avrebbe fatti tornare a casa con il morale ben diverso.
Nel secondo girone ci sono i nostri Vercellesi "Marshmallow" con Jimmy al suo primo torneo ed i cugini Corsichini del Fruit team. Essendo iniziato Tardissimo purtoppo riusciamo a vedere solo due round di partite prima di dover tornare a Vercelli per altri impegni.
Anche loro come noi sono "mal voluti" da podium e la loro prima partita è con i tigrotti vicentini! Jimmy è visibilmente teso, anche a casa fa ancora tanti "piedi" ma solitamente è veloce ed ha un buon tiro invece oggi sembra non essere nemmeno in campo e lascia solo troppo spesso Bark che si moltiplica cercando di tenere la porta e lanciarsi in contropiede. Sara ci prova con i denti rischiando anche di fare un goal dopo una serie fortuita di rimpalli ma troppo spesso è dalla parte opposta dell'azione! Un plauso ai tigers che sul 4 a zero hanno deciso di tirare leggermente il freno a mano dando la possibilità ai "Marshmallow" di giocare qualche minuto in più. La seconda la giocano con i Wrecking balls ai quali riescono a fare solo un goal. Qui Bark dopo aver tenuto bene in porta e fatto qualche bel movimento in attacco giustamente ha richiamato Sara e Jimmy dicendogli di essere più presenti e difendere la porta quando lui si "sbilancia" in attacco! Il girone lo finiscono con 4 sconfitte mentre i cugini Corsichini si qualificano con due vitorie e due sconfitte!
La domenica, non essendo qualificati, ce la prendiamo comoda facendo una bella colazione abbondante al bar tutti assieme, fermandoci per una tappa anche lungo la strada per Milano... alla vista della castagnata degli alpini non potevamo non farci un buon bicchiere di vin brulè.
Arrivati al leo gli animi sono già caldi e si vedono partite di tutto rispetto. Vedo i Kill Crabs molto più "loro" rispetto alle partite del girone dove non hanno fatto un buon gioco ed hanno patito quasi tutte le partite! Con gran piacere rivedo in campo i Rokets al completo e con la grinta di una volta! Mi affascina vedere Jorge dell'unico team estero "Go Miyagi Grow" che non cade dalla bici nemmeno se gli sparano con il cannone! Ma vedo sempre più una Roma concreta e sempre concentrata e che non me ne voglia Sapo, più concreta nella realizzazione con un Corbe che non ha paura di tirare e non si risparmia un difesa! Anche i BAM, con un italiano Mike sostituto di Dodi fanno un buon gioco concreto e preciso. E proprio queste ultime due ci hanno fatto vivere l'emozione del buon polo in ben tre finalissime. La prima quella del winner bracket dove hanno la meglio i tiri siluri dei Romano/Bergamaschi Ma i BAM non ci stanno e riescono con i denti ad eliminare i Tigers nel loser braket e si trovano quindi a disputare la finale con gli AR-Core e gli fanno capire che proprio la precedente sconfitta non l'hanno digerita! E' 5 a 1 per i BAM! Tutto da rifare! Una pausa per far riprendere fiato ed eccoli che si sfidano in una partita senza sosta. non si staccano mai di più di una lunghezza ed allo scadere dei minuti regolamentari sono fermi sul 4 a 4. Che Polo! 3 2 1 golden goal. Subito due scambi velocissimi e quando tutto sembra perduto per i Romani, per una minella diretta verso il sette, Corbe fa il miracolo e ci mette la ruota con un impennata delle sue! Ovazione e nemmeno il tempo di pensarci ecco che la palla si insacca nella rete dei BAM! Applausi e abbracci!

Stick or Treat2 2013 - gruppo

MACRO EXPO 2013 - il resoconto

Questo fine settimana, dopo la pausa estiva, per il bike polo Vercelli è ricominciata la stagione dei tornei. La città che ci ha ospitati è stata Padova. Il torneo non si è svolto nei soliti campi di via Acquapendente ma bensi all'interno del Padiglione sei di Padova fiere in concomitanza del'Expo Bici 2013. Inserendo un torneo in un evento di questo livello i ragazzi di Padova hanno di sicuro dato un enorme visibilità a questo sport. Dopo aver oganizzato il torneo a Vercelli capiamo bene tutte le difficoltà che possono insorgere e proprio per questo facciamo i nostri complimenti a tutta la "crew" Padovana per l'ottima riuscita del loro evento.

Novità assoluta del bike polo Vecelli è che al torneo ci siamo iscritti in due squadre, il Team Piccante ormai conosciuto ed i nuovi Ganja Dog che a parte il torneo casalingo erano al loro debutto in un torneo con la T maiuscola.

Noi del team Piccante continuando ad essere solo in due (Matteo ormai è stabile a Londra) abbiamo dovuto "acquistare" il terzo giocatore al di fuori della comunità polistica Vercellese affidandoci al Fanese Simone che giocò già con noi al Polorama 2013 mentre i Ganja Dog hanno sostituito l'assente Berno con la goleador Sara. Qui vorrei far notare come il bike polo Vercelli sia l'unica realtà polistica Italiana che si iscrive ai tornei con una ragazza in formazione in ogni squadra. Viva le donne del polo!!!!

Sia noi che i ganja dog siamo nel girone del mattino. 12 squadre 1 swiss round 5 partite a squadra.
Carlo soffre parecchio la tensione e la dimensione dell'evento non lo aiuta, Sara sembra la più calma dei Ganja. La sorte decide che la prima partita che dovranno affrontare i ganja dog sarà contro i Tigers mentre a noi sono tocati I Lone Eagle.

Io e Martina stiamo a bordo campo alla prima partita dei Ganja a dargli suggerimenti ma soprattutto supporto morale. Perdono 5 a zero con qualche cavolata di troppo dovuta alla tensione non ancora smaltita. I Tigers come sempre quando incontrano team alle "prime armi" si comportano da signori.

Sappiamo che i Lone Eagle sono una bella squara difficile da affrontare, mentre io e Simone siamo decisamente fuori sincro a causa degli oltre 400km di distanza che non ci permettono di allenarci assieme, nonostante questo per i primi minuti difendiamo bene e facciamo sudare parecchio il primo goal ai Veneti. Se fossimo organizzati in attacco come in difesa potremmo avere qualche chans di gonfiare la rete qualche volta. Ma non c'è storia finiamo 5 a zero con veramente pochi tiri in porta all'attivo.

Le successive partitre dei ganja dog sono riuscito a seguirle poco perchè giocando su due campi il più delle volte giocavamo in simultanea.
La nostra seconda partita è con i Rhinos ma anche qui i nostri 3 goal non bastano a batterli perchè loro ce ne infilano 5. Poi prima dell'inevitabile derby Vercellese ci facciamo schiacciare dai Romani Santi Bailor.

Si sa un derby e pur sempre un incognita ma i Ganja Dog sembrano un po' demoralizzati, nelle tre partite precedenti hanno segnato un unico goal grazie alla caparbità di Sara. Li battiamo 5 a 0. Loro sono stati pericolosi in un paio di occasioni sotto porta e con due tiri da lontano finiti di poco fuori dalla porta (scoperta). Mi spiace che la nostra unica partita vinta sia stata quella contro di loro ma non potevamo di certo non sfruttare il momento.

Ecco che il solito podium comincia a dare i primi problemi accoppiando square che già si sono affronate e selezionando per noi i Torinesi Polo d'Hokuto come ultima partita quando secondo uno swiss round corretto avremmo dovuto affrontare i Qubik, decisamente più alla nostra portata.

Ci proviamo in ogni modo, ma anche in questa partita siamo parecchio difensivi ma totalmente inesistenti in attacco, finisce 3 a 1 per i Torinesi.

Abbiamo tutto il pomeriggio per rilassarci e girarci qualche stand della fiera mentre nei due campi si gioca il secondo girone.
Chiusa la fiera il Padiglione sei rimane aperto solo per il macro party dove l'organizzazione ditribuisce gratis porchetta salumi e fusti infiniti (non è vero siamo riusciti a finirli) di birra.

Podium colpisce ancora e nel Braket di domenica in automatico inserisce a sorpresa i ganja dog (che hanno perso tutte le partite) escludendo l'Hell's team che ne ha vinta una. Quando ci si accorge dell'errore infrmatico si decide per uno spareggio per aggiudicarsi lo slot. A detta di tutti sarebbe stato stupendo che si fosse svolto subito con birre e porchetta in circolo e tutto il tifo del padiglione sei, solo per loro ma un componente degli Hell's team è già andato via dalla fiera. Nulla di fatto e tutto rimandato alle nove della Domenica mattina.
Abbiamo perso tutti la cognizione del tempo, sembra tardissimo ma non è così, la stanchezza si fa sentire e ci dirigiamo verso l'albergo con sosta kebab durante il tragitto.

Sembriamo in gita delle medie, tutti e sei in "perfetto" stile pigiama party in un unica stanza della "casa a colori" a discutere della giornata trascorsa fino a tardi crollando tra le braccia di morfeo uno ad uno.
Lo spareggio "all'alba" della Domenica da ragione alla classifica originale ed un po' mi dispiace per i miei compagni ganja dog ma è giusto per gli Hell's team. La Sara anche in questa partita segna due goal di rapina ma perde le staffe con uno degli avversari forse troppo irruento nei suoi confronti ed in effetti la dispatità fisica è notevole.
Comincia il vero braket e la nostra prima partita sarà contro i Fanesi Cribs. Simone sente la tensione della partita essendo questa volta il suo derby. Siamo veramente inesistenti in campo. Io più di qualche volta gestisco bene i blocchi creando dei bei corridoi per Simone che sembra timoroso a tirare o superare la metà campo. arretra sempre troppo. Perdiamo due volte palla a centrocampo faverendo il contropiede aversario. Ci si mette anche di mezzo la sorte con qualche rimpallo sfavorevole (uno finisce anche in autogoal). Dobbiamo ritrovare la lucidità. Nel looser ci dobbiamo incontrare con i Santi Bailor già incontrati nel girone. Qui ce la giochiamo decisamente meglio. Perdiamo ma soddiasfatti del gioco fatto ma con purtoppo le solite mancanze in fase offensiva.

Siamo fuori dal torneo.

Si prosegue ed il livello è bello alto, già agli ottavi si assiste a delle ottime partite. Oltre alle solite favorite si vedono dei Senatori in ottima forma che tifo molto volentieri. Sono proprio i Senatori a spedire nel looser i BAM con un Dodi sempre più giocoliere ma con un gioco al limite del regolare che fa innervosire anche il calmo Valerio. La finale del winner è una finale da pelle d'oca ma i Senatori non ce la fanno a contrastare Salvo il grillo, jo il coordinatore e Morgan il fuciliere e gli tocca loro malgrado riaffrontare proprio i BAM ma questa volta sono i Vicentini a detar legge aggiudicandosi la finale anche se devo ammeterlo che mi sarebbe piaciuto vedere i Romani in finale.
Giusto il tempo di far riprendere fiato ai BAM ed eccoli in finale con i PescarLyonesi WE are animals. Si trova difficilmente uno spazio a bordo campo per assistere, il tifo è caldo ed i giocatori carichi. Vengono sparati in campo tre o quattro minifumogeni prima del fischio iniziale. I PescarLyonesi sembrano disposti diversamente dal solito in campo con Morgan molto difensivo che esce solo per sfruttare corridoi liberi per il tiro dalla lunga distanza della serie "spostatevi che vi abbatto come birilli" La partita è equilibrata ed il pareggio del 2 a 2 viene sbloccato in estremis da Morgan portando i We are Animals sul gradino più alto del podio.

Grandissimo torneo, organizzato per coccolare al meglio tutti i polisti e non solo. Premiazione rapida e caciarona come al solito. Unico appunto che mi sento di fare è che io avrei assegnato il premio MVP non a Dodi ma ad uno dei Senatori a caso, Sapo per 'ottima gestione degli spazi e del movimento di squadra, Valerio ottimo tiratore che si rivela un portiere sopraffino che non si lascia intimorire nemmeno se lasciato da solo dai compagni entrambi in piede per un errore loro e Marco che a primo acchito potrebbe sembrare un po' meno in vista dei due compagni ma si perde il conto delle volte che si sacrifica per la difesa del suo "territorio", un connubio tra i tre che li rende una squadra affiatata, compatta e quasi sempre lucida.

Grazie a tutti per i soliti consigli preziosi, le risate, le birre, ed il classico polo-cabaret generale.

macroexpo braketFoto: @tobiacap

Classifica finale:

1st WE ARE ANIMALS (Jo FR, Salvo, Morgan LYN)
2nd BAM (Dodi BUD, Luca, Punch VI)
3rd SENATORI (Marco ITA, Valerio, Sapo RM)
4th TIGERS (Cento ITA, Tobia, Mattia VCZ)
5th ANALFABETA (Truffa, Matteo, Bozo MI)
5th BISONS (Luca ?, Gabor HU, David TRN)
7th CRIBS (Angie, Tommy, Mina FNO)
7th LONE EAGLE (Pigro, Edoardo, Edoardo VI)
9th RODE (Juan, Mike, Mr PD)
9th POLIPOLO (Giorgio, Enrico, Tommi PN)
9th P GRECO (Carletto, Riky, Emi MI)
9th PRUGNE (Corbe BG, Guglie, Ale VI)
13th RHINOS (Sisso, Dam, Valerio VI)
13th POLO D'HOKUTO (Sciambola, paolo, franco TO)
13th ALOHA (alex, gabry, tommy PD)
13th SANTI BAILOR (Kappa, Iac, Fabio RM)
17th RIDE THAT PONY (manuel, rocco, Matteo ITA)
17th FUNKY MONKEYS (Tobia, Berta, May PD)
17th GIAMPIERO GALEAZZI (Michele, Alvise, Gazzu VE)
17th QUBIK (Hannes ?, Miguel, Marcus VIE)
17th ONE GOT FAT (Django, Marco, Salki GRA)
17th HELL'S TEAM Naz, Erdo, Fede (Padova, IT)
17th TEAM PIGANTE (Simon, Jap, Martina VRC)
17th POKLO (Carlo, Fabi, Sebi STU)